twitter
FACEBOOK
Albergo villa Luciana
stella
stella
Il piccolo hotel di Viserba
Richiedi preventivo
freccia
La tua Vacanza in riva al Mare...
animali ammessi
wi fi free
Vai ai contenuti

Pensioni sul mare Viserba Rimini

Viserba


Oggi Viserba  mare ha 100 negozi, 74 alberghi, 3 km di spiaggia e una miriade di attivita' , e' in zona centrale a pochi passi dall'Italia in miniatura e dalla Fiera di Rimini, e' uno dei borghi marini piu' belli e caratterisitici dell'Adriatico ma quello che vi vogliamo raccontare e' la sua storia, la storia di Viserba  e della Regina delle Acque.
La storia di Viserba e delle pensioni di Viserba  che vediamo oggi, come tutte le favole che si rispettano non puo' che partire cosi...

C'era una volta a nord di Rimini, un piccolo borgo di pescatori, il borgo vero era a Viserba monte, la marina era pressoche' abbandonata. Qui le casette si contavano sulle punte delle dita, le dune, i canneti, i tamerici e grosse piante di rosmarino si estendevano sconfinati fino a dove oggi c'e' la via Sacramora, la strada in cui e' presente la nostra omonima sorgente naturale famosa in tutto il mondo.

E' nei primi anni del 900' che nasce Viserba, quando Sante Polazzi imprenditore edile consigliato da Bavassano, compro' ampi lotti di terreno a Viserba, e nel 1910, grazie anche al fatto che nel frattempo era stata inaugurata la stazione ferroviaria e alla scoperta che Viserba e' ricca, ricchissima di ottime acque sorgive, le ville sono gia' piu' di 100...

A questo punto Viserba entra nelle cronache delle belle epoche come ''la piu' bella principessa dell'adriatico'',  ''un piccolo ma incantevole angolo di paradiso'' citavano i giornali alla moda. Ogni villa ha almeno una fontana che zampilla acqua sorgiva e di quel dolce zampillare d'acqua ci raccontano ancora oggi i nostri nonni. I villeggianti sono per la maggior parte della nobilita' emiliana, modenesi, bolognesi, ferraresi che qui si fanno la casa per le vacanze, ma anche romagnoli, la prima villa di Viserba che rimase la sola per due anni era dell'imprenditore santarcangiolese Luigi Grazioli, nasceva la Regina delle acque.

Ma Viserba in breve tempo divento' molto piu' di una semplice localita' di villeggiatura, le cronache della ''belle epoche'' raccontano di una Viserba centro importante del turismo di elite. Qui arriva l'aristocrazia polacca, Cecoslovacca e francese, ma non solo, esiste un treno chiamato delle 3V che partendo da Vienna fermava a Venezia e Viserba. Qui il Principe d'Austria aveva la sua villa per le vacanze, ancora oggi presente sul lungomare.

Il famosissimo tenore Bonci era talmente innamorato di Viserba che  qui volle morire,nella sua villa, anch'essa ancora presente. A Viserba e' ancora oggi presente anche la villetta di Enzo Ferrari che qui negli anni 60' passava le vacanze con il figlio, spicca ancora il simbolo della scuderia.

Dopo la seconda guerra mondiale, il boom economico trasformo' il paesino, moltissime ville diventarono Pensioni, gli hotel di oggi, che cresciuti un po' alla volta hanno fatto la storia della riviera romagnola.  Il nostro Piccolo Hotel di Viserba viene da li, da uno di quei villini 'primordiali' che si sono trasformati e da li veniamo anche noi i proprietari, i gestori, viserbesi doc, la famiglia Bernardi infatti appartiene orgogliosamente alla ristrettissima cerchia di quelle famiglie pioniere che qui si stabilirino gia' alla fine del 700', ed e' con questo orgoglio, questa passione e questa storia alle spalle che coccoliamo e viziamo i nostri ospiti.

La storia di Viserba non e' certo solo quella delle Pensioni di Viserba, c'e' la storia del Surcioun, la vecchia Corderia, la fossa dei Mulini, l'orologio di Talacia...la Dolce Vita viserbese, la fonte sacramora,...ma  per sapere il resto dovete venire a trovarci, ve lo racconteremo di persona...
vecchia panoramica su Viserba
Torna ai contenuti